Ascesa e caduta della Lombardi: il potere logora chi non ce l’ha.


foto adnkronos

foto adnkronos

Stamane leggo sul Messaggero che la Lombardi è nel mirino di Grillo. A quanto pare la vicenda Raggi ha aperto una crisi epocale all’interno del M5s.

Giorni fa Jacobo Jacoboni su twitter scrisse che la sua fonte all’interno del M5s era attendibilissima ed i lettori non potevano immaginare minimamente chi fosse, di certo non una banderuola, ma ripeto: fonte attendibilissima. Chi è la fonte attendibile di Jacoboni che scrive articoli sempre molto vicini a quello che è realmente il M5s?

Chi sono le fonti interne al M5s che fanno avere ai giornali chat riservate?

In questi giorni scoppia uno scandalo dalle proporzioni gigantesche che vede De Vito, pupillo della Lombardi uscirne con le ossa a pezzi, nonostante il gruppo di NON SOSTEGNO al Campidoglio gli stia preparando la Macumba, De Vito ne esce rafforzato a livello mediatico, passa per la vittima sacrificale, il “porello” osteggiato dai poteri forti del consiglio comunale.

De Vito viene massacrato via chat, dimenticando i consiglieri comunali che non sono più nel Forum Roma a chattare come semplici cittadini che le sparano a chi la dice più grossa.

Stranamente sui giornali esce quella chat di gruppo prima che la Raggi si rechi dai pm, dove la madrina Lombardi e il fido De Vito sono le povere vittime di una congiura ordita dalle mani abili dei chattatori folli di Palazzo Senatorio.

Quello che conta è fare numero di like e condivisioni, sul web funziona così.  Ravanare nel torbido è lo sport nazionale del 5 stelle romano e dei suoi nemici, in tutto questo casino e veleni, ma Roma conta? Roma da chi è amministrata in questo momento, dalla Casaleggio Associati  o da cittadini scelti da altri?  Tutti mirano a distruggersi per vecchi rancori, qua non c’entra assolutamente il bene di Roma, ma è in atto una faida interna che ricorda da molto vicino le vicende dei clan mafiosi.

Berdini qualche tempo fa in una intervista a Rai 3 definì la Raggi una persona perbene. Il che ci sta tutto, ma la persona perbene non firma contratti con una soc. privata come sindaco ed istituzione, tantomeno si fa preparare da Casalino  responsabile comunicazione del 5 stelle, in una  chiusa in Campidoglio per 2 ore, giustificato dal fatto che deve andare da Mentana e rispondere a domande preparate. E’ evidente che qua la verità fa acqua da tutte le parti.

Ritornando a Robertuccia che pretendeva obbedienza e fedeltà assoluta, c’è da dire che una sua parola e, stavi fuori dai giochi. Chi è quello scemo che vuole fare carriera politica agli inizi e si mette di traverso la Lombardi? Lo sapevate che durante lo Tsunami tour, Virginia Raggi insieme ad altri era l’addetto al servizio disabili? Aiutava chi non poteva a salire le rampe, una sorta di hostess. Non si può dire che la Raggi non sia passata dal basso ed abbia fatto la “gavetta” nel 5stelle. La Lombardi allo Tsunami comandava e indicava i giornalisti che potevano entrare e chi no, ve lo ricordate voi giornalisti? Io si, perché ero la con voi a consolare quelli che non erano entrati per volere di Grillo!

La Lombardi è stata sempre il comandante in capo nel M5s romano, odiata, ma non osteggiata, ha scalzato con abilità molti avversari. E’ stata nei processi decisionali più importanti, è stata quella che per la prima volta è andata in streaming a trattare la fiducia con Bersani per fare una figura di merda a livello nazionale. Ve lo ricordate?

Ho avuto la grande sfortuna di conoscerla. L’ho vista lavorare, ho visto come trattava i suoi sottoposti – non mi piaceva – troppa reverenza che non c’era nelle multinazionali competitive e rigide dove ho lavorato, dove c’era una cosa che nel M5s è sempre mancato: professionalità e fair play.

Se esiste un dossier su De Vito per scalzarlo deve venire fuori, ma deve anche venire fuori quello che è successo nel 2012 durante la creazione delle liste elettorali M5s per le amministrative, comprese le deroghe per le quote rosa . E’ una storia molto più torbida secondo me. Inoltre il 5 stelle dovrebbe mettere on line i veri resoconti delle donazioni per lo Tsunami tour e tutti gli altri eventi del 5 stelle fatti in questi anni che vedono l’elargizione di somme rilevanti all’organizzazione da parte di privati. Chi sono questi privati oltre a semplici cittadini?

Altra cosa importante che chiederei ai magistrati è quella di far verificare ad un loro perito informatico se nei server della Casaleggio Associati vi sono ancora i documenti e le copie delle carte di identità degli ex iscritti sia quelli che hanno chiesto di essere rimossi che gli espulsi.

Dietro ogni evento “grande” del 5 stelle, l’organizzazione è stata affidata alla Lombardi, quindi mi aspetto dai magistrati un trattamento bilanciato delle due fazioni contrapposte. Se da una parte escono polizze come beneficiario la Raggi, e sono convinta non ne sapesse nulla, dall’altra devono uscire gli strani intrecci amicali, perché nessuno di loro può stare al sicuro e rivendicare la parola: onestà. Nel vocabolario grillino manca la parola DIGNITA’.

Ieri la Raggi da Mentana parlava di “microdonazioni”,  il M5s camperebbe di quello. Bene, allora io vi dico che Cristo è morto dal freddo. Non ci credete? Cristo non è morto sulla croce, ma in Israele ci fu una grossa nevicata dovuta alle scie chimiche che mandò Dio.

La mia impressione sulla vicenda De Vito è che si miri a distruggere l’avanzata della Raggi a tutti i costi, semplicemente per antipatie interne, rivendicazioni di ruoli. Anche uno che non è del 5 stelle ha capito che la Raggi non è stata in grado di scegliersi con cura i suoi collaboratori perché politicamente non è matura, un po’ sprovveduta questa Alice tra i veleni capitolini, un po’ supponente è vero, ma le voglio dare il beneficio del dubbio.

38 anni sono pochi, con la supponenza e la voglia di fare non si va da nessuna parte, ha dimostrato però di avere il pelo sullo stomaco ed io personalmente qualche altro mese di vita politica glielo concederei, andare ora alle elezioni mi sembra una follia. Un paio di mesi per dimostrare se ci sono i presupposti per continuare, altrimenti si passi al commissariamento di Roma, per sempre.

Alla Lombardi chiederei un passo indietro. In 4 anni abbiamo capito che la sua gestione e presenza non è stata abbastanza rilevante da giustificare la sua permanenza in politica. Non è dotata né di simpatia e nemmeno di saper fare strategia politica. Non le riconosco doti di leader e capacità oggettive per affrontare crisi e criticità all’interno del suo partito. In una società privata aveva il ruolo di semplice segretaria commericale, dovrebbe indicarvi qualcosa questa scelta da parte dei vertici della sua azienda.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...